Compagnia Teatrale Opera dei Pupi "Il Paladino"

Torna alla Rassegna Stampa

 LA MAGIA DEI PUPI NELL'ARTE DEL GRUPPO "IL PALADINO"

Ricordato nel loro spettacolo l'ultimo puparo catenese Salvatore Faro

La Compagni di teatro e opera dei pupi "Il Paladino", diretta da Salvo Mangano, quest'estate in varie piazze etnee ha proposto lo spettacolo "Il combattimento di Orlando e Don Chiaro". Lo spettacolo, introdotto dalle parole del prof. Salvatore Camilleri che ha anche ricordato nell'occasione la scomparsa, avvenuta il 16 agosto, dell'ultimo puparo catane se Salvatore Faro, è basato sulle gesta dei Paladini di Francia tratti dalla tradizione orale del "Cuntu" e si ripromette di far conoscere, di tramandare, alle nuove generazioni l'opera dei pupi. La compagnia "Il Paladino", che opera nel rigore di una ferrea tradizione è stata fondala dal capocomico Salvo Mangano, che ha ereditato l'arte dei pupi da Salvatore Laudani ed è stato allievo del "parlatore" Biagio Sgroi che ha operato presso tutti i teatri catanesi prima e dopo la seconda guerra mondiale. Fanno parte della compagnia i parlatori Nuccio Mangano e Pina Tedesco, gli animatori (i manianti) Mario Isaia, Santo Saia, Fabrizio Mangano e Orazio Foti, i tecnici del suono e delle luci Salvo e Alessandro Mangiagli, Cristina Stupia. Il loro repertorio si avvale di antichi canovacci, tramandati da varie generazioni di pupari e che spaziano dalle gesta di Orlando e Rinaldo alla bella Angelica, dai tradimenti di Gano di Magonza alle grandi battaglie in Ronsisvalle. "Noi come gruppo - spiega Salvo Mangano con la nostra esperienza, col nostro amore per quest'arte, intendiamo far conoscere alle nuove generazioni, attraverso mostre, seminari, spettacoli, come costruire, animare, rendere umani i pupi, tramandando cosi un'arte che resta il segno più tangibile della nostra sicilianità.