La poesia “L’isola dei Poeti” di Giovanni Pascoli
in dialetto siciliano al teatro dell’opera dei pupi



































[Il “Teatro Foto Fumetto” è tratto dallo spettacolo “Recital poetico” – “Nuovo repertorio per l’opera dei pupi” – Vol. 2 – Youcanprint Edizioni, 2013].

    Considero la poesia “L’isola dei Poeti” di Pascoli come il più bell’omaggio poetico alla nostra bella terra, la Sicilia.
    La traduzione in siciliano, ben riuscita ed apprezzata, la rende ancora più nostra.
    Bisogna farla conoscere ancora di più!
    Sarebbe bello poterla musicare e, dopo l’opportuno deposito alla SIAE, inserirla come sottofondo audio del sito. Riproponendola alla fine di ogni spettacolo dell’opera dei pupi.
    Qualche musicista ha una buona idea su come musicare tale breve brano?

    Facciamo suonare di nuovo queste nostre sampogne!
    Grazie!
    Ricordo che Pascoli soggiornò in Sicilia negli anni 1898-1903 quando era Professore di greco e latino all’Università di Messina dove, come prima lezione, lesse la prolusione “Iter Siculun” (= viaggio siciliano = Jù arruvai unni arriva cu sogna!).


25/11/2014
Carmelo Coco